Città alla ribalta: l’evoluzione dell’economia di Foshan

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associatesfoshan-china-4

Foshan è la terza città per grandezza nella provincia cinese del Guangdong e parte dell’immensa Zona Economica del delta del Fiume delle Perle.

Nel 2015, il PIL di Foshan ammontava a RMB 800 miliardi (circa USD 123 miliardi). In quell’anno, la città aveva attratto USD 2,4 miliardi di investimenti diretti esteri (IDE), con una media di USD 10 milioni per investimento, diventando così la terza destinazione di investimenti stranieri nel Guangdong.

L’economia della città si basa principalmente sull’industria manifatturiera, compresa la produzione di vari tipi di macchinari ed attrezzatura. Particolarmente rilevante è l’industria di prodotti elettronici, che rappresenta il 50 per cento della produzione mondiale di condizionatori e frigoriferi.

Tuttavia, in linea con l’impegno di Pechino per modernizzare l’industria manifatturiera del Paese, l’economia di Foshan si modellerà sul programma “Made in China 2025”, che porta con sé nuove opportunità in città per gli investitori stranieri.

Professional Service_CB icons_2015Servizi correlati: Consulenza Pre-Investimento e di Strategia d’Ingresso

La Zona di Sviluppo Industriale High-tech di Foshan

 Approvata nel dicembre 1992 dal Consiglio di Stato, la Zona di Sviluppo Industriale High-tech di Foshan (Foshan High-Tech Industrial Development Zone, FHIDZ) ricopre un’area di circa 48,6 km quadrati ed è posizionata vicino al centro della città, traendo vantaggio della vicinanza con Guangzhou, Shenzhen, Hong Kong, e Macao.

L’area è diventata una delle realtà più importanti dell’industria high-tech in Cina ed ha sviluppato una catena industriale completa per la produzione di attrezzature che integra R&S, progettazione tecnica, componenti chiave, macchinari di precisione, integrazione di sistemi, promozione dei brand, fiere esclusive.

Nanhai Park, in particolare, è il parco più grande della FHIDZ, ha ricche risorse naturali, è ben posizionato e dispone di infrastrutture efficienti.

Nanhai Park è anche la prima zona sperimentale completa dedicata alla finanza, scienza, tecnologia e innovazione nell’integrazione industriale nel Guangdong. Chimei, Honda e Toshiba sono soltanto alcuni tra i maggiori investitori nel Nanhai Park. Anche la HSBC ha aperto il suo centro servizi principale in quest’area, dimostrando l’interesse crescente per gli investimenti in settori come quello bancario, delle securities e assicurativo.

Altre zone importanti all’interno della FHIDZ sono il Distretto di Shunde, in cui si trovano Toyota e Nortel, e il Distretto di Chancheng, scelto come “National Torch Plan Foshan Precision Equipment Manufacturing Base” nel 2008, in cui sono presenti importanti aziende che operano nei settori elettronico, della meccanica e delle costruzioni industriali.

Politiche per gli investimenti

Sebbene l’economia di Foshan dipenda principalmente dal settore secondario, le autorità locali stanno incoraggiando la crescita del settore terziario.

In particolare, la Zona per i Servizi Finanziari High-tech di Guangdong, situata all’interno del Nanhai Park, promuove la crescita dei servizi finanziari ed attrae investimenti esteri nell’area.

Le cifre più recenti, risalenti a giugno 2015, mostrano che la Zona per i Servizi Finanziari High-tech di Guangdong ha attratto 237 imprese per un totale di RMB 51,8 milioni (USD 7,43 milioni) di investimenti. I progetti interessano diversi settori dei servizi finanziari, come quelli bancario, delle securities, venture capital privato, finanziamenti e finanza digitale.

Il governo di Foshan vuole costruire una Silicon Vallery finanziaria per fornire sostegno finanziario allo sviluppo di industrie high-tech nel Guangdong e nel resto della Cina e per attrarre i migliori talenti sia dalla Cina che dall’estero.

Made in China 2025

Nel 2015 Pechino ha lanciato l’iniziativa “Made in China 2025”, con l’obiettivo di trasformare la Cina nel primo tra i Paesi industrializzati entro il 2049, ispirandosi chiaramente alla strategia industriale tedesca “Industry 4.0”.

Come parte della strategia, il governo centrale utilizzerà strumenti finanziari e fiscali, sosterrà la creazione di centri per l’innovazione dell’industria manifatturiera, rinforzerà la protezione dei diritti sulla proprietà intellettuale (PI) e promuoverà un uso più efficace della PI nelle strategie di business.

In parte grazie a Made in China 2025, si prevede che il PIL di Foshan crescerà ad un tasso annuo del 7,5 per cento, raggiungendo i RMB 1,15 trilioni nel 2020. Inoltre, è previsto che il volume totale del commercio estero della città cresca ad un tasso annuo del 3 per cento, raggiungendo così USD 80 miliardi nel 2020.

Il progetto è stato ideato per cambiare strutturalmente l’economia di Foshan. Il settore terziario dovrebbe generare oltre il 40 per cento del PIL locale nel 2020; il 40 per cento del valore aggiunto delle industrie dovrebbe provenire dall’industria manifatturiera avanzata; la manifattura di prodotti high tech dovrebbe costituire il 60 per cento della produzione industriale totale; e le spese destinate a R&S dovrebbero ammontare al 3,2 per cento del PIL. Il governo locale intende inoltre sviluppare il settore culturale e del turismo, in modo che possa rappresentare il 12 per cento del PIL entro il 2020.

Related Link IconPer saperne di più: Le nuove Free Trade Zones, Parte I: Guangdong

Per concludere

 Foshan è un’area che si sta sviuppando rapidamente ma che ancora dipende principalmente dall’industria manifatturiera. Tuttavia, il settore terziario è in crescita, in parte grazie a Made in China 2025.

Il governo locale si sta impegnando per cambiare la struttura economica della città, promuovendo il settore dei servizi e facendovi leva per attrarre investimenti, sostenendo in questo modo la modernizzazione del settore secondario. L’economia di Foshan offre dunque importanti opportunità per gli investitori stranieri.


Chi
Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

Related Reading

dsa brochure

Dezan Shira & Associates Brochure

Dezan Shira & Associates is a pan-Asia, multi-disciplinary professional services firm, providing legal, tax and operational advisory to international corporate investors. Operational throughout China, ASEAN and India, our mission is to guide foreign companies through Asia’s complex regulatory environment and assist them with all aspects of establishing, maintaining and growing their business operations in the region. This brochure provides an overview of the services and expertise Dezan Shira & Associates can provide.


DSA Guide_An Introduction to Doing Business in China 2017_Cover90x126

An Introduction to Doing Business in China 2017

This Dezan Shira & Associates 2017 China guide provides a comprehensive background and details of all aspects of setting up and operating an American business in China, including due diligence and compliance issues, IP protection, corporate establishment options, calculating tax liabilities, as well as discussing on-going operational issues such as managing bookkeeping, accounts, banking, HR, Payroll, annual license renewals, audit, FCPA compliance and consolidation with US standards and Head Office reporting.


Payroll Processing in China Challenges and Solutions

Payroll Processing in China: Challenges and Solutions

In this issue of China Briefing magazine, we lay out the challenges presented by China’s payroll landscape, including its peculiar Dang An and Hu Kou systems. We then explore how companies of all sizes are leveraging IT-enabled solutions to meet their HR and payroll needs, and why outsourcing payroll is the answer for certain company structures. Finally, we consider the potential for China to emerge as Asia’s premier payroll processing center.

 

 

Dezan Shira & Associates

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Never Miss an Update

Subscribe to gain even better insights into doing business throughout the China. Subscribing also lets you to take full advantage of all our website features including customizable searches, favorites, wish lists and gift functions and access to otherwise restricted content.

Scroll to top