Italian

La costituzione di un ufficio di rappresentanza per servizi legali

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

 

L’ufficio di rappresentanza per servizi legali è solo uno dei vari modelli di uffici di rappresentanza che possono essere costituiti in Cina.

Il tratto comune a tutti gli uffici di rappresentanza è che sono solitamente costituiti per operare in settori dove, come nel caso dei servizi legali, l’agibilità della società a capitale interamente straniero (WFOE) o di una Joint Venture (JV) è limitata.

L’adozione del modello dell’ufficio di rappresentanza per servizi legali permette ad uno studio legale internazionale di operare in Cina; tuttavia, a rimanere civilmente responsabile e titolare dei rapporti giuridici in atto è la società madre estera.

Questa tipologia di ufficio di rappresentanza si differenzia per una serie di elementi, quali ad esempio: l’iter di registrazione, l’attività svolta, la disciplina fiscale ed il sistema di contabilità.

Continue reading…

Il nuovo permesso di lavoro a punti: trova la tua categoria

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Il nuovo sistema cinese per i permessi di lavoro stranieri è entrato in vigore a livello nazionale il 1 aprile di quest’anno, introducendo un sistema di valutazione dei talenti stranieri basato su 3 livelli. Gli stranieri sono inseriti nelle categorie A, B o C, a seconda del risultato ottenuto sulla base di un sistema di punteggio, oppure soddisfacendo alcune condizioni che comportano l’inserimento automatico in una determinata categoria.

Le autorità hanno condiviso le informazioni riguardanti il nuovo sistema di classificazione in maniera completamente trasparente, in modo da aiutare i datori di lavoro e gli stranieri che lavorano in Cina a comprenderne i requisiti di idoneità. Sulla base delle informazioni ufficiali rilasciate, il team di Dezan Shira & Associates che si occupa di gestione dei libri paga e servizi di gestione del personale ha sviluppato un calcolatore per aiutare a comprendere i requisiti di idoneità prima di fare richiesta.

Continue reading…

Politiche Fiscali Per Imprese di Venture Capital e Singoli Investitori

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Le autorità cinesi hanno recentemente annunciato incentivi fiscali per le imprese di Venture Capital (VCE) e Angel Investors (Als) che effettuano investimenti in startup nel settore tecnologico. Gli incentivi sono stati presentati in una circolare che delinea le politiche ed incentivi fiscali, implementati dal Ministero della finanza della Cina (MOF) e dall’amministrazione statale per la tassazione (SAT).

Continue reading…

WFOE in Cina: capitale sociale, prestiti aziendali e rimpatrio degli utili

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

Costituire una società a capitale interamente straniero (in inglese Wholly Foreign-Owned Enterprise – WFOE) è un mezzo di investimento per creare unità produttive, commerciali o di servizi in territorio cinese. Una WFOE si configura come una società a responsabilità limitata con capitale controllato da un investitore straniero. All’inizio del processo di costituzione di una WFOE, gli investitori devono decidere la quantità ideale di capitale sociale da versare. Questa decisione è estremamente importante in quanto ‘abbondare’ rischia di rendere il capitale inattivo e ritardare il processo del rimpatrio degli utili, mentre l’esaurimento del capitale circolante mette la WFOE a rischio di insolvenza. È quindi necessaria un’attenta pianificazione. Per gli investitori che cercano il giusto equilibrio, i prestiti aziendali offrono una soluzione flessibile, permettendo di accelerare il processo di rimpatrio degli utili.

In questo articolo, l’obiettivo è di cercare di spiegare i punti chiave da considerare quando si registra il capitale sociale di una WFOE in Cina, chiarendo il ruolo dei prestiti aziendali, come strumento per facilitare il processo. Continue reading…

Permessi di lavoro in Cina: sei un talento di serie A, B o C?

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

CB-Applying for a China Work Visa-01

Il nuovo sistema cinese dei permessi di lavoro per gli stranieri è stato introdotto a livello nazionale il 1 aprile di quest’anno. Nell’ambito del nuovo quadro, il precedente permesso di lavoro per stranieri e il visto di lavoro specialistico sono stati uniti in un unico permesso di lavoro, rilasciato a qualsiasi straniero idoneo a lavorare in Cina.

La nuova regolamentazione crea un processo maggiormente lineare, che supera le differenze procedurali presenti a livello locale e che consente ai datori di lavoro di presentare le richieste direttamente online. Inoltre, la nuova normativa chiarisce diversi dubbi sui permessi da richiedere.

Viene introdotto un sistema di classificazione basato su tre livelli, i cui vantaggi sono però meno chiari. Rispetto agli stranieri di categoria A, quelli che rientrano nelle categorie B e C potrebbero dover rispettare requisiti di ingresso più severi oppure ottenere una durata della validità del permesso inferiore e tempi di attesa più lunghi rispetto a prima.

Questo articolo intende chiarire dove si collocano gli stranieri in base a questo nuovo sistema e le implicazioni che tale classificazione comporta.

Continue reading…

Made in China 2025: quali effetti sulle società straniere?

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

MIC infographic-01

“Made in China 2025” (MIC 2025) è un’iniziativa volta a trasformare la Cina in un centro manifatturiero di ultima generazione. Fin dal suo lancio del 2015, il progetto è stato accolto con curiosità e un po’ di scetticismo dagli specialisti del settore.

Continue reading…

L’evoluzione del gusto: l’importazione del vino in Cina

Posted on by

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

 

La passione per il vino cresce in modo esponenziale in Cina. Il Paese punta a superare i numeri registrati dal Regno Unito entro il 2020, con un giro di affari di USD 21 miliardi, una cifra che trasformerebbe la Cina nel secondo più grande mercato del vino al mondo.

Continue reading…

La contraffazione alimentare in Cina: come difendere il proprio marchio e gestire la Proprietà Intellettuale

Posted on by


A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

 

La contraffazione nel settore alimentare in Cina è alle stelle. A gennaio, fonti di informazione internazionali hanno riportato come, per anni, oltre cinquanta aziende a conduzione familiare abbiano prodotto condimenti adulterati, generando un giro d’affari di oltre RMB 100 milioni (equivalente a USD 14,5 milioni) all’anno. Questi impianti produttivi non solo utilizzavano scarti industriali, ma confezionavano potenziali miscele tossiche utilizzando brand famosi come Nestlé e Knorr.

Continue reading…

Never Miss an Update

Subscribe to gain even better insights into doing business throughout the China. Subscribing also lets you to take full advantage of all our website features including customizable searches, favorites, wish lists and gift functions and access to otherwise restricted content.

Scroll to top