Apertura di conto corrente a Hong Kong: difficoltà e suggerimenti

Posted by Reading Time: 5 minutes

Banking-Money

Autore: Dorcas Wong

A cura dell’Italian Desk di Dezan Shira & Associates

 

Hong Kong, centro internazionale di affari e porta di accesso alla Cina per molte società straniere, continua a essere una destinazione attraente per gli investitori stranieri.

Ciò è anche dovuto al fatto che le città vicine, come ad esempio Shenzhen, continuano a sperimentare una crescita economica senza precedenti guidata principalmente dalla tecnologia in espansione e dalla capacità di innovazione.

Nel 2017, una classifica della Banca Mondiale ha posto Hong Kong al terzo posto tra le migliori destinazioni in base alla facilità di svolgere affari.

Nonostante questa classifica, tra gli investitori stranieri, Hong Kong ha acquisito la reputazione di essere una destinazione ove sia difficile aprire e gestire un conto bancario, principalmente a causa del complesso processo di riduzione dei rischi.

Aprire un conto bancario a Hong Kong è spesso uno dei primi passi fondamentali per stabilirvi una presenza commerciale. È quindi importante che gli investitori stranieri comprendano quali siano le procedure ed i documenti richiesti per riuscirvi con successo.

 

 Il settore bancario a Hong Kong

Nel 2018, il 40% dei membri dell’istituto di Chartered Secretaries di Hong Kong riteneva che fosse più difficile aprire un conto bancario a Hong Kong piuttosto che in altre giurisdizioni come la Cina continentale, Dubai, India, Svizzera, Taiwan e Regno Unito.

Inoltre, oltre la metà degli intervistati riteneva che le perdita nelle  attività commerciali a Hong Kong fosse un risultato diretto delle difficoltà incontrate nell’apertura di un conto bancario.

Related Link IconPer saperne di più: Hong Kong Account Holders: Prepare for AEOI Reporting

Le problematiche comuni affrontate riguardano: la produzione di documenti richiesti (59%), l’acquisto di assicurazioni o altri prodotti finanziari (33%) e le condizioni per il mantenimento di depositi fissi (23%). Molte banche, inoltre, impongono un addebito mensile per il mancato mantenimento di un saldo superiore a un determinato importo minimo.

Altri sottolineano che il processo di approvazione delle banche non è trasparente e che i clienti che generano entrate minori spesso incontrino più ostacoli procedurali.

Tra coloro che hanno segnalato di aver avuto più problemi nella creazione di un conto bancario sono presenti: start-ups, piccole-medie imprese (PMI) e clienti stranieri.

 

Procedimento per la creazione di un conto bancario

Di solito le politiche interne dettano le pratiche interne di una banca, il che significa che la procedura e i requisiti possono variare a seconda della o addirittura a seconda della filiale.

Generalmente si può prevedere la seguente procedura:

    • La maggior parte delle banche richiederà un appuntamento iniziale (ad esempio, per HSBC e’ necessario chiamare la linea diretta, mentre per Bank of China chiamare la filiale e per DBS mandare una e-mail al direttore di banca per la revisione iniziale);
    • In seguito, viene generalmente condotta una revisione preliminare (ad esempio, HSBC tramite intervista telefonica con i direttori, Bank of China tramite incontro con documenti di supporto originali, DBS inviare tramite e-mail i documenti giustificativi al direttore della banca);
    • Se la revisione preliminare viene approvata, entrambe le parti si incontreranno per firmare i relativi moduli e documenti di richiesta bancaria, oltre a pagare il deposito iniziale:
      • Il deposito si differenzia a seconda della banca ed è soggetto a modifiche di volta in volta. Per HSBC, al momento della pubblicazione, il deposito iniziale richiesto per aprire il conto bancario è compreso tra 500 HKD e 10.000 HKD, da cui viene detratto il costo del servizio;
      • Il firmatario differisce in base alla banca. Mentre alcune banche accettano la copia certificata e autenticata dei documenti di identità degli azionisti, altre richiedono che il direttore, azionista, beneficiario o intestatario sia fisicamente presente. Nella maggior parte dei casi, le banche richiedono che sia presente lo stesso numero di persone tale da raggiungere il quorum di membri di una riunione del consiglio di amministrazione in conformità con lo Statuto sociale per soddisfare la procedura “Conosci il tuo cliente” (Know Your Customer);
    • In questa fase, il direttore della banca invierà la domanda per una revisione di dipartimento che normalmente richiede circa uno o due mesi. Non è raro che il dipartimento di revisione richieda ulteriori documenti di supporto prima di aprire definitivamente un nuovo conto bancario per conto dell’utente.

Quali sono i documenti richiesti?

Ogni banca può adottare le proprie politiche individuali ma i documenti generalmente richiesti sono i seguenti:

  • Documenti societari: certificato di registrazione societaria, certificato di costituzione; statuto e modulo NNC1;
  • Prova di affari: i documenti richiesti qui sono meno chiari ma generalmente includono la prova della natura dell’attività commerciale, l’esperienza nel settore ecc. Ad esempio, fatture emesse o ricevute, descrizione del piano aziendale, accordo con i fornitori, lettera di riferimento bancaria e sito web;
  • Documenti personali: passaporto e prova di residenza (ad esempio bolletta dell’elettricità o estratto conto bancario risalente a meno di tre mesi incluso l’indirizzo e il nome).

Graduali miglioramenti all’ambiente bancario 

Gigi Wong, Manager del Business Service Department presso Dezan Shira & Associates di Hong Kong, ha avuto successo nell’apertura di conti bancari per molti dei suoi clienti.Wong spiega che “le aziende che hanno un ufficio fisico o un dipendente ad Hong Kong di solito hanno una probabilità molto maggiore di successo”.

Professional Service_CB icons_2015Servizi correlati: Consulenza Pre-Investimento e di Strategia d’Ingresso

L’Autorità monetaria di Hong Kong (HKMA) ha recentemente annunciato di aver adottato misure per migliorare il proprio ambiente bancario interno. Ciò è possibile dedicando il tempo necessario a coinvolgere i vari portatori di interessi nella raccolta dei dettagli su specifici incidenti relativi alle difficoltà riscontrate nell’apertura dei conti bancari.

Di conseguenza, l’HKMA ha ammonito l’istituzione finanziaria riguardo l’approccio ritenuto valido per tutti i casi e ha incoraggiato ad adottare un approccio basato sul rischio che differenzia i “livelli di rischio dei singoli clienti in base al loro contesto e alle loro circostanze”.

Wong osserva che “la situazione sta migliorando, ma c’è ancora molta strada da fare”.

Hong Kong deve continuare ad alleggerire la burocrazia amministrativa per rimanere competitiva con altri centri finanziari internazionali nella regione tra cui Singapore che, come Hong Kong, funge da porta per il centro finanziario in Asia ma beneficia di un sistema bancario più rilassato per le imprese straniere.

 

 


Chi
Siamo

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi trend degli investimenti e del business in Asia, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere notizie, commenti, guide e risorse multimediali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *