Proposta di legge sugli investimenti diretti esteri in Cina: buone notizie per investitori esteri.

Posted by Reading Time: 3 minutes

La nuova proposta di legge cinese sugli investimenti diretti esteri (IDE) è stata recentemente pubblicata ed è disponibile per la consultazione pubblica.

La nuova bozza di legge indica chiaramente la volontà del Governo cinese di aprire ulteriormente i propri mercati alle imprese straniere ed affrontare le diffuse lamentale mosse dagli investitori stranieri in passato.

Resta significativo il fatto che tale proposta di legge sia stata pubblicata mentre Cina e Stati Uniti sono coinvolti in una controversia commerciale, percepita come una vera e propria guerra commerciale. Ci si può quindi aspettare che la diffusione del testo normativo possa alleviare la pressione su alcuni delle questioni in sospeso tra le due potenze.

La nuova bozza di legge per gli investimenti diretti esteri in Cina

I punti chiave del progetto di legge sugli investimenti esteri includono:

  • Il divieto a funzionari governativi di fare ricorso a mezzi amministrativi per costringere le imprese straniere a trasferire la loro tecnologia;
  • Gli investitori stranieri godranno della parità di trattamento e pari opportunità di accesso al mercato delle controparti Cinesi, ad eccezione di specifici settori esclusi, come specificati nella negative list rilasciata dal governo;
  • La Cina si riserva il diritto di rappresaglia contro Paesi che discriminino gli investimenti cinesi con “misure corrispondenti”.

Qui  è possibile accedere a una traduzione in lingua inglese della bozza di legge sugli investimenti esteri

Proposta di legge sulla Legge Brevetti

Il progetto di legge sulla disciplina dei brevetti affronta, in modo analogo, i temi prioritari per le imprese straniere in materia di protezione dei diritti di proprietà intellettuale. Area che e` contrassegnata da un notevole livello di preoccupazione, come evidenziato in piu’ occasioni dalle Camere di Commercio americane, europee e britanniche nelle comunicazioni inviate alle autorita` cinesi (c.d. white papers).

I punti chiave della proposta di legge in materia di brevetti includono:

  • Inasprimento delle sanzioni in caso di violazione dei diritti brevettuali;
  • Il termine di copertura brevettuale, da 10 anni attuali, è stato esteso a 15 anni; e
  • Inversione dell’onere probatorio a carico del convenuto nell’ambito del dovere di cooperazione nel fornire informazioni pertinenti.

Un riassunto in lingua inglese della proposta di legge sui brevetti può essere trovato qui .

Entrambe le bozze di legge citate riducono la presa del governo cinese nei confronti degli investimenti stranieri che entrano nel Paese.

La bozza e i commenti sulla norma di legge saranno esaminati dal governo cinese nei prossimi mesi. Nel caso siate intenzionati a commentare la proposta, non esitate a contattarci; vi indicheremo la modalita` piu’ congrua e semplice per farlo.

Altre agevolazioni per ridurre le restrizioni sugli investimenti esteri

La nuova proposta di legge sugli investimenti esteri non è l’unica concessione che la Cina sta attuando per ridurre le limitazioni degli investimenti esteri. Recentemente Il governo della PRC ha allentato le normative nelle zone nazionali di libero scambio (bonded zones) e consentirà la vendita all’interno di tali zone anche delle vendite dirette al mercato interno nazionale.

La Cina ha ulteriormente tagliato i dazi per un gran numero di prodotti con efficacia dall’inizio del 2019. Inoltre, la nuova Negative List per il catalogo degli investimenti esteri del 2019 che, a dispetto del nome, chiarisce i settori industriali cinesi aperti agli investitori stranieri, è stato pubblicato ed ha ampliato le aree aperte agli investimenti esteri.

Infine,  con riferimento alla guerra commerciale USA-Cina, non risulta più un miraggio la possibilita` che gli Stati Uniti e la Cina raggiungano un accordo. Ciò, abbinato all’allentamento delle norme e dei regolamenti in materia di investimenti diretti esteri, dovrebbe ridurre gli attuali punti interrogativi sulla redditività a lungo termine delle imprese manifatturiere esportatrici con sede in Cina e fornirà loro più tempo per adattarsi a catene logistiche alternative.

Per un riepilogo delle alternative a lungo termine per le imprese con produzione basata in Cina, fare clic qui .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *