Italian

Il mercato del consumo interno cinese nel 2020

Posted on by

 SHANGHAI – E’ previsto che nel prossimo decennio il mercato interno della Cina, con particolare riferimento alla classe media, possa avere un impatto formidabile sulla crescita, di oltre 4 miliardi di USD, dell’economia Cinese. Il costo del lavoro, ormai in crescita da diverso tempo, sta spingendo molte società a delocalizzare i propri stabilimenti produttivi, ma fino ad ora sono poche le società che abbandonano completamente il Paese. Le opportunità offerte dalla crescita del mercato interno sono infatti notevoli, e non possono essere ignorate. Di seguito, forniamo una previsione del mercato domestico proiettata al 2020, anno in cui, si stima, la Cina sorpasserà gli Stati Uniti diventando il sistema economico più grande del mondo, con un PIL stimato di 100 mila miliardi di RMB (16 mila miliardi di USD). Nel 2016, è previsto che la Cina si posizioni come paese leader del mercato retail, con un valore stimato intorno ai 4,2 mila miliardi di USD.

Continue reading…

JingJinJi: una delle piu’ grandi regioni cinesi di cui non avrete probabilmente mai sentito parlare

Posted on by

Il 23 giugno, il General Administration of Customs (GAC) ha pubblicato un annuncio sull’integrazione delle procedure doganali nelle municipalita’ di Pechino e Tianjin e nella provincia dello Hebei (GAC Annuncio [2014] No. 45), segnando in questo modo una tappa importante nel processo di integrazione delle tre giurisdizioni in un’unica “maxi-regione” nel nord-est della Cina, grande quasi quanto l’intera Gran Bretagna. Il nome della regione è JingJinJi, fusione delle abbreviazioni delle tre aree (京 Jing, da Pechino; 津Jin, da Tianjin; 冀Ji, da Hebei).

 

Continue reading…

La nuova Environmental Protection Law: Svolta della Cina per la tutela dell’ambiente (Parte 2)

Posted on by

Nella prima parte di questo articolo, abbiamo analizzato le novità introdotte dalla Revised Environmental Protection Law, concentrandoci in particolare sulle implicazioni che la sua promulgazione produrrà per gli investimenti esteri. Un ulteriore contributo al rinnovamento della politica ambientale cinese, è rappresentato dalla creazione di due nuove imposte ambientali, attualmente ancora in fase di studio: la environmental tax e la carbon tax. Inoltre, dal 2013, partendo da Shenzhen, la Cina ha dato adito ad un crescente numero di cap-and-trade systems (o mercati del carbone).

Continue reading…

La nuova Environmental Protection Law: Svolta della Cina per la tutela dell’ambiente (Parte 1)

Posted on by

Lo scorso 25 Aprile, il National People’s Congress (NPC), l’organo legislativo supremo della Repubblica Popolare Cinese, ha annunciato la revisione della Environmental Protection Law, la legge sulla protezione dell’ambiente. Si tratta della prima revisione dal 1989, anno in cui la legge è entrata in vigore. Le implicazioni che tali revisioni potrebbero comportare, sono state fin da subito oggetto di approfondita analisi da parte di media, analisti e investitori stranieri, ciascuno impegnato a comprendere se quello che sembrerebbe un momento fondamentale nella storia della legislazione ambientale cinese non sia invece solo uno specchietto per allodole.

Continue reading…

Rimpatriare i profitti dalla Cina

Posted on by

Per le aziende straniere con società controllate in territorio cinese, il rimpatrio dei profitti è sempre stato un tema particolarmente delicato. La Cina impone controlli rigidi sui flussi di capitale in valuta estera sia in entrata che in uscita.Al momento della costituzione di una società in Cina, la strategia per il rimpatrio dei profitti diviene cruciale, al fine di poter effettivamente avere accesso agli stessi. Adottare una strategia corretta in tal senso, a seconda dei casi, può tradursi in un risparmio dei costi aziendali.

Continue reading…

L’Economia Blu di Qingdao: investimenti nel settore marino in aumento

Posted on by

Fonte: Apec-china.org

Il Consiglio di Stato cinese ha recentemente avallato l’istituzione della Qingdao West Coast New Area nel versante orientale della provincia dello Shandong, favorendo la promozione di un’economia “più blu” per la città di Qingdao. L’economia blu, generalmente definita come l’insieme delle aziende del settore marino che contribuiscono ad un uso sostenibile delle risorse oceaniche, per molti rappresenta il futuro economico di Qingdao. Come tale, la città offre opportunità significative per gli investimenti esteri.

Continue reading…

Aggiornamenti normativi in Cina: salvaguardia del cibo e dazi antidumping

Posted on by

Vigilanza su Food & Drug rafforzata Dal 1° Giugno

Il 28 aprile 2014 l’autorità cinese in materia medicinale ed alimentare, la China Food and Drug Administration (CFDA), ha emanato delle disposizioni riguardanti la procedura sanzionatoria amministrativa di alimenti e medicinali (Provisions on Food and Drug Administrative Penalty Procedure (CFDA Order No.3)”. Tale provvedimento mira a disciplinare i meccanismi di vigilanza su alimenti e medicinali, e a salvaguardare gli interessi di cittadini, persone giuridiche ed altre organizzazioni. Le disposizioni chiariscono le procedure sanzionatorie amministrative (competenza, archiviazione, ricerca, raccolta delle prove, punizione, consegna, esecuzione e chiusura del giudicato) per quanto riguarda beni alimentari, farmaci, cosmetici e dispositivi medici. Inoltre, otto categorie di prodotti alimentari rientrano nella supervisione dei processi produttivi e di trasformazione, vale a dire latte artificiale, alimenti per bambini, prodotti lattiero-caseari, prodotti a base di carne, liquori cinesi, bevande e olii vegetali commestibili. Le disposizioni hanno effetto a decorrere dal 1° Giugno 2014.

Continue reading…

l’Imposta sul Reddito Societario: la Cina annuncia le politiche preferenziali delle piccole imprese (Corporate Income Tax – CIT)

Posted on by

PECHINO – L’8 aprile il Ministero delle Finanze (Ministry of Finance – MOF) e l’Agenzia delle Entrate (State Administration of Taxation – SAT) hanno emanato l’Announcement on Preferential Income Tax Policies for Small and Low-Profit Enterprises (letteralmente “Comunicato sulle Politiche Preferenziali riguardanti le Imposte sul Reddito delle Imprese di Piccole Dimensioni e con Reddito Contenuto” (CaiShui [2014] N. 34, di seguito il “Comunicato”).

Sulla base del Comunicato, le piccole imprese così come quelle a reddito contenuto, le quali registrino un reddito imponibile non superiore a RMB 100,000 (USD 16,130), sono soggette a un’aliquota d’imposta del 25% da applicare al 50% del reddito imponibile. Questa agevolazione, disponibile a partire dal primo gennaio di quest’anno, rimarrà in vigore sino al 31 dicembre 2016.

Continue reading…

Asia Briefing Bookstore Catalogue 2013