Italian

Case study: La Due Diligence in Cina.

Posted on by

Come parte della nostra missione di fornire i migliori servizi di business intelligence con riferimento alle problematiche legali, fiscali e operative del mercato Cinese, China Briefing presenta una serie di case studies formulati sulla base di conoscenze ed esperienze pratiche dei professionisti di Dezan Shira & Associates.

Continue reading…

Evitare la doppia imposizione fiscale in Cina. Breve guida al DTA

Posted on by

Negli ultimi anni, la Cina ha raccolto i frutti degli sforzi fatti per regolare ed implementare un sistema funzionale in relazione alle doppie imposizioni fiscali. A tutt’oggi comunque, essere qualificati per beneficiare dei vantaggi previsti dai Double Taxation Avoidance Treaties (DTA), rimane un’operazione complessa. Il primo passaggio consiste nel comprendere se il Paese di vostra residenza fiscale ha siglato un DTA con la Cina, e se tale accordo è in vigore.

Continue reading…

Al via l’integrazione degli indici di Shanghai ed Hong Kong al via. L’opinione del Professor Terril Frantz.

Posted on by

Shanghai-Stock-Exchange

Dopo mesi di annunci e commenti, l’unione tra i mercati azionari di Shanghai e Hong Kong si concretizza oggi Lunedì 17 Novembre 2014. Il nuovo schema punta al collegamento tra i due indici azionari di Hong Kong (HKSE) e Shanghai (SSE), che consentirà agli investitori di scambiare titoli su entrambi i mercati.

I flussi di scambio sono considerati e disciplinati in modo distinto. Per quelli c.d. “Southbound”, ovvero realizzati sullo SSE, agli investitori istituzionali ed individuali con un conto titoli di valore superiore a 500,000 RMB, è concessa la possibilità di scambiare titoli quotati sul HKSE avvalendosi di un agente intermediario. Viceversa, con riferimento ai flussi c.d. “Northbound”, ovvero realizzati sul HKSE, gli investitori di Hong Kong, ma anche quelli internazionali con conto titoli ad Hong Kong, potranno scambiare titoli quotati sullo SSE: in questo caso, contrariamente ai flussi Southbound, non ci sono limitazioni sulla tipologia degli investitori né sul controvalore che dà diritto ad effettuare gli scambi.

 

Continue reading…

I rapporti tra Germania e Cina si sviluppano nonostante i rallentamenti della crescita

Posted on by

SHANGHAI – In virtù delle recenti difformità di vedute su economia e politiche industriali, i flussi economici tra Cina ed Europa stentano a decollare. In generale, il flusso canonico che contraddistingue queste due potenze economiche vede la Cina esportare prodotti di alta qualità, per il mercato domestico, verso l’Europa, che a sua volta esporta beni e servizi legati alle specifiche tecnologie del singolo paese. La relazione economica che lega Cina e Germania ad esempio, può essere considerata semplice ma allo stesso tempo profittevole, vista l’alta domanda cinese nel settore dell’automotive e della relativa componentistica, settore nel quale la Germania primeggia.

Continue reading…

Il mercato del caffè in Cina

Posted on by

Si dice che il caffè fece la sua prima comparsa in Cina quando un missionario francese, nell’ultima decade del 1800, ne piantò alcuni chicchi nella provincia della Yunnan, nel sud-ovest del Paese. Nel corso del secolo successivo, la bevanda è però stata completamente ignorata. Tuttavia, come spesso accade in Cina, il mercato del caffè ha vissuto un improvviso e straordinario cambiamento negli ultimi venti anni.

In quest’articolo China Briefing aggiorna i recenti trend nel settore del caffè del mercato cinese.

Continue reading…

La de-registrazione di un ufficio di rappresentanza in Cina

Posted on by

Per le imprese straniere che vogliono penetrare il mercato cinese, l’ufficio di rappresentanza (Representative Office – RO) costituisce la soluzione più semplice e veloce, poiché è la struttura più snella e semplificata prevista dall’ordinamento cinese. Tuttavia, gli investitori devono tenere ben presente che la chiusura di un RO stesso è una procedura complessa e può richiedere più tempo di quanto ne serva per la sua apertura. In quest’articolo affrontiamo le varie fasi necessarie alla chiusura di un RO, offrendo qualche suggerimento “strategico” per completare l’operazione in modo più efficace possibile.

Continue reading…

La modifica della composizione societaria in una WFOE

Posted on by

SHANGHAI – I soci di una Wholly Foreign-Owned Enterprise (WFOE), in virtù delle disposizioni legislative vigenti in Cina, rappresentano l’organo più importante di questo veicolo societario. Più precisamente, secondo quanto previsto dagli art. 38 e ss. della Company Law, applicati per analogia alle norme che disciplinano la WFOE, all’assemblea dei soci fanno capo le seguenti funzioni:

Continue reading…

La modifica del capitale sociale in Cina

Posted on by

Shanghai – La Company Law cinese stabilisce che in Cina tutte le società, siano esse straniere o cinesi, devono conferire un capitale operativo, sottoposto al controllo delle autorità competenti, definito, con accezione ben diversa da quella usata nell’ordinamento Italiano, “capitale registrato” dell’impresa. Quest’iniezione di capitale è uno step necessario nel processo di costituzione di una nuova società. A causa dei rigidi controlli sui cambi delle valute estere, il capitale di una società straniera in Cina è spesso l’unica risorsa finanziaria che l’impresa stessa ha per coprire le sue spese operative prima di arrivare a Break Even e iniziare a realizzare flussi di cassa positivi.

Continue reading…

Asia Briefing Bookstore Catalogue 2013