Italian

Cina ed Asia: I corridoi per il libero commercio e gli accordi sui benefici fiscali.

Posted on by

Nel corso degli ultimi cinque anni, sia la Cina che la maggior parte dei Paesi asiatici ha applicato con rigore gli accordi sulla doppia imposizione fiscale e di libero scambio. L’aumento generale dei prezzi in Cina – combinato con una nuova classe emergente di consumatori  – ha determinato una rapida crescita degli scambi commerciali intra-asiatici. Mentre il presidente cinese Xi Jinping ha indicato che il ritmo di crescita del paese sara’ piu’ stabile – fissando il nuovo obiettivo del PIL al 7 percento – i corridoi commerciali cinesi sono, al contrario, in fase di rapido sviluppo. Lo schema in basso mostra quale sia la prospettiva di crescita dovuta dagli scambi commerciali tra Cina e stati membri dell’ASEAN. Sono inoltre presentati i dati relativi agli scambi della Cina con l’India ed i cinque membri ASEAN con l’industria manifatturiera piu’ sviluppata.

Continue reading…

Passare da un ufficio di rappresentanza (Representative Office – RO) ad una Wholly Foreign Owned Enterprise – WFOE: Quali benefici fiscali?

Posted on by

Company ChopDate le spese di costituzione contenute e la sua rapida procedura di incorporazione, il Representative Office (RO) e’ il veicolo societario piu’ semplice da costituire in Cina. A beneficiare di  tale forma di presenza legale, saranno le societa’ che approcciano il mercato cinese per la prima volta e sono intenzionate ad avere una presenza in loco per svolgere attività di ricerche di mercato e di potenziali clienti e partner, gestire la logistica ed effettuare controlli di qualita’ su processi e prodotti. Continue reading…

Prospettive per l’industria leggera in Cina: Marzo 2015

Posted on by

L’inizio del mese di marzo ha coinciso con la fine dei festeggiamenti per il capodanno cinese, con il conseguente rientro del solito esorbitante numero di lavoratori nelle citta’ di “primo e secondo livello” (first and second tier-cities). Tuttavia, un recente sondaggio mostra come la maggior parte delle industrie localizzate nelle ricche province costiere ha difficolta’ a trattenere il numero di personale necessario. Alcune imprese sono disposte ad aumentare gli stipendi dal 5 al 10 percento per evitare che i lavoratori lascino la propria posizione, e stanno assumendo nuove figure che vi subentrino. Al contempo, i costi relativi ai rimborsi ed i bonus annuali dei lavoratori rappresentano una spesa sempre piu’ onerosa. Continue reading…

Il bollettino legale: Pubblicato il nuovo elenco dei settori aperti agli investimenti esteri

Posted on by
China-Regulatory-Brief

Lo scorso 10 Marzo, il Ministero del Commercio (MOFCOM) e la Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme (NDRC), hanno pubblicato l’ “Elenco dei Settori Aperti agli Investimenti Esteri (2015)” (Catalogue for the Guidance of Foreign Investment Industries (2015), che entrera’ in vigore il prossimo 10 Aprile.

Il rinnovato elenco garantisce maggiore accesso agli investimenti esteri in svariati settori commerciali – tra cui logistica, e-commerce e finanza – ed incoraggia al contempo le societa’ straniere ad investire in nuove tecnologie, nell’agricoltura e nei settori delle energie rinnovabili e della protezione ambientale. In particolare, gli investitori stranieri potranno detenere fino al 50 percento delle azioni di una societa’ che fornisce servizi professionali nel campo della telecomunicazione (Value-added telecom services), ad esclusione delle attivita’ e-commerce. Inoltre, sara’ possibile detenere fino al 49 percento delle azioni di societa’ che gestiscono fondi comuni d’investimento (securities investment funds management companies). Continue reading…

Cina: Come Trasferire i Vostri RMB all’Estero

Posted on by

Il lavoratore straniero che risiede in Cina ha spesso necessita’ di trasferire una parte del salario nella sua nazione di origine – per effettuare pagamenti o convertirli in risparmi. Nonostante il trasferimento appaia un’operazione relativamente semplice, la Cina pone limiti alla quantita’ di valuta locale – il Renminbi (RMB) – che si e’ autorizzati a convertire in valuta straniera o trasferire all’estero. Il governo cinese puo’ cosi’ controllare i flussi della propria moneta ed, allo stesso tempo, assicurarsi che i lavoratori stranieri ricevano RMB in soli due casi: convertendo valuta straniera in valuta locale; lavorando legalmente in Cina e ricevere il relativo salario. Continue reading…

Investimenti Esteri: La Cina Presenta il Disegno di Legge della “Foreign Investment Law”

Posted on by

China-Business-UpdateIl 19 gennaio 2015 il Ministero del Commercio cinese (MofCOM) ha pubblicato una bozza della proposta di legge sugli investimenti esteri per commenti riservati ad esperti presso il pubblico. La legge, nota anche come Foreign Investment Law, si prefigge di unificare le norme in merito agli investimenti stranieri, ridurre alcune delle barriere agli stessi, ed aumentare i controlli sull’elusione fiscale.

La nuova legge si auspica di introdurre cinque significativi cambiamenti. Continue reading…

La Cina Annuncia Tre Nuove Free Trade Zones: Tianjin, Guangdong e Fujian

Posted on by

Dopo poco più di un anno dalla sua inaugurazione, la Shanghai Free Trade Zone (Shanghai FTZ) ha riscosso opinioni generalmente positive da parte degli investitori, rivelandosi un buon esperimento economico. Data l’esperienza positiva di Shanghai, il premier cinese Li Keqiang, lo scorso 12 Dicembre, ha annunciato il lancio di tre nuove FTZ. Esse copriranno la baia di Bohai (Tianjin, Pechino e la provincia di Hebei), Xiamen (nella provincia del Fujian) e l’area del Pearl River delta (nel Guangdong).

Ricordiamo come nella FTZ viga una legislazione diversa da quella del resto del paese: pratiche burocratiche più snelle ed alcune agevolazioni finanziarie segnalano come la Cina voglia creare ancora maggiori opportunita’ per attirare investimenti esteri e far progredire le riforme economiche.

In questo articolo, forniremo un quadro generale delle tre aree che, con molta probabilità, ospiteranno una FTZ, analizzandone le caratteristiche ed i settori coinvolti nella riforma. Continue reading…

Shanghai Free Trade Zone: Annunciate Ulteriori Liberalizzazioni nel Settore dell’E-commerce

Posted on by

E-commerce-legal-and-regulatory_300x230pixIl 13 Gennaio 2015, il Ministero dell’Industria e dell’Informatica ha annunciato una nuova riforma che interessera’ alcuni aspetti regolamentari per le attivita’ sotto la Shanghai Pilot Free Trade Zone (FTZ). Uno degli aspetti salienti interessera’ l’e-commerce. Secondo quanto annunciato, gli investitori stranieri che si occupano di elaborazione dati e transazioni online (il cosiddetto for-profit e-commerce) avranno la possibilita’ di creare delle e-commerce WFOE, detenendo cosi’ il totale delle quote societarie della propria compagnia. Secondo la legislazione precedente, la partecipazione azionaria delle imprese straniere specializzate in questo settore non poteva superare il 55 percento (nella FTZ), ed il 50 percento nel resto della Cina. Continue reading…

Asia Briefing Bookstore Catalogue 2013
Scroll to top